PROGETTA, INVESTE, RIQUALIFICA | Milano: +39 02 37905900 | Trento: +39 0461 1732700 | info@eletta.eu
FAQ2020-07-10T08:41:07+00:00

FAQ: domande e risposte sull’Ecobonus 110%

Cos’è l’Ecobonus 2020 al 110%?2020-07-10T08:11:03+00:00

L’Ecobonus 2020 al 110% o Super bonus al 110% è una detrazione fiscale che il Governo ha inserito nel Decreto Rilancio per incentivare i lavori di ristrutturazione svolti con l’obiettivo di ridurre i consumi energetici delle nostre case.

Per determinate tipologie di intervento l’aliquota di rimborso prevista è pari al 110%.

A quanto ammontano le detrazioni per l’Ecobonus 2020 al 110%?2020-07-10T08:11:35+00:00

Le detrazioni per l’Ecobonus 2020 sono pari al 110% delle spese sostenute.

Chi può usufruire dell’Ecobonus 2020 al 110%?2020-07-10T08:13:25+00:00

L’agevolazione può essere richiesta da:

  • proprietari o nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • locatari (affittuari) o comodatari;
  • soci di cooperative divise e indivise;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali (investimenti che l’azienda utilizza per il suo funzionamento) o fra i beni merce;
  • soggetti indicati nell’articolo 5 del TUIR, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.
Quali sono gli Immobili esclusi dal Superbonus 110%?2020-07-10T08:14:20+00:00

Gli immobili esclusi dal Superbonus 110% sono:

  • Abitazioni di lusso Categoria catastale A1
  • Abitazioni in ville Categoria catastale A8
  • Castelli/siti di pregio Categoria catastale A9
  • immobili strumentali
  • immobili di onlus
  • edifici unifamiliari diversi dall’abitazione principale
Quali saranno i beneficiari dell’ecobonus al 110 per cento secondo le novità sul Superbonus per le ristrutturazioni contenute nell’emendamento al Decreto Rilancio?2020-07-10T08:16:14+00:00

I beneficiari dell’Ecobonus al 110% saranno:

  • le prime e seconde case unifamiliari e i condomini
  • le strutture turistiche (come alberghi e residence a condizione che i proprietari siano gestori dell’attività),
  • gli enti non commerciali, compresi quelli appartenenti al terzo settore e quelli religiosi,
  • gli immobili adibiti all’attività di scuola paritaria d’infanzia non profit,
  • i beni provenienti da patrimoni immobiliari dismessi da società a partecipazione pubblica e quelli di associazioni e società sportive dilettanti.
Quali lavori rientrano nel Superbonus 110%?2020-07-10T08:18:46+00:00

Accedono direttamente alla Super detrazione i seguenti interventi:

  • installazione di un sistema di isolamento termico di almeno il 25% della superficie disperdenti opache (cappotto);
  • la sostituzione di caldaie esistenti con impianti centralizzati a pompa di calore (anche ibridi) o a condensazione in condomini;
  • la sostituzione di una caldaia esistente con una pompa di calore (anche ibrida) in edifici unifamiliari;
  • la realizzazione di interventi Sismabonus definiti all’articolo 16 del decreto-legge n. 63 del 2013.

Congiuntamente agli interventi che accedono direttamente, vengano realizzati altri interventi, che avranno medesimo accesso al Superbonus 110% e alla ripartizione in 5 anni:

  • l’installazione di impianti fotovoltaici connessi alla rete, installati su edifici;
  • l’installazione di un sistema di accumulo (contestuale o successiva ad un impianto fotovoltaico del punto 5.)
  • l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici
  • altri interventi di efficientamento energetico come ad esempio la sostituzione degli infissi o l’installazione di uno scaldacqua a pompa di calore.
Il Superbonus viene riconosciuto anche agli interventi di demolizione e ricostruzione?2020-07-10T07:12:00+00:00

Sì, il Superbonus viene riconosciuto anche agli interventi di demolizione e ricostruzione.

Quali interventi complessivi sono necessari per ottenere l’Ecobonus 110%?2020-07-10T07:15:30+00:00

Gli interventi necessari per l’ottenimento dell’Ecobonus al 110% sono di tre tipi:

  • IN CONDOMINI E CASE UNIFAMILIARI: cappotto termico;
  • IN CONDOMINIO: impianti centralizzati di riscaldamento e raffrescamento e acqua calda sanitaria con caldaie a condensazione, caldaie a pompa di calore con impianto fotovoltaico o di microcogenerazione;
  • IN CASE UNIFAMILIARI: caldaie a pompa di calore con impianto fotovoltaico o di microcogenerazione.
Quali prestazioni energetiche deve raggiungere l’intervento?2020-07-10T07:16:01+00:00

Requisito indispensabile è che l’edificio faccia un salto di due classi energetiche testimoniato dall’Attestazione di Prestazione Energetica rilasciata da un tecnico abilitato “nella forma di dichiarazione asseverata”.

In quale periodo di tempo vanno eseguiti i lavori per poter accedere all’Ecobonus 110%2020-07-10T07:17:08+00:00

I lavori, per poter accedere all’Ecobonus del 110%, devono essere svolti dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021.

Come funziona il 110% sulle ristrutturazioni?2020-07-10T07:20:02+00:00

Introdotto dall’Ex Decreto di maggio, l’Ecobonus 110 per cento o Bonus Ristrutturazione 110, è una detrazione fiscale del 110% delle spese sostenute per gli interventi di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico (l’Ecobonus per la ristrutturazione al 110 è anche un Sismabonus).

Se si realizzano interventi solamente in un appartamento di un condominio si può usufruire dell’Ecobonus al 110% ?2020-07-10T07:22:53+00:00

La risposta è no, per usufruire dell’Ecobonus al 110% è necessario intervenire sull’intero edificio (condominio o casa), al fine di aumentarne la classe energetica di due livelli.

Se installo solo l’impianto fotovoltaico o cambio solo gli infissi posso ottenere l’ecobonus al 110 %?2020-07-10T07:24:50+00:00

No, per ottenere l’Ecobonus occorre:

  • realizzare almeno un intervento “principale”, vale a dire l’isolamento termico (cappotto) e/o la sostituzione della caldaia (con relative regole per ciascuno degli interventi)
  • fare in modo che gli interventi permettano di migliorare di 2 livelli la classe energetica dell’edificio
Cosa si intende per “abitazione principale”?2020-07-10T07:26:18+00:00

Perchè un edificio sia riconosciuto come “Abitazione principale” si devono presentare contemporaneamente 3 condizioni:

  • il possesso/proprietà (o altro titolo reale quale ad esempio l’usufrutto o il diritto di abitazione);
  • la residenza anagrafica;
  • la dimora abituale intesa come elemento che sussiste continuativamente nel tempo.
Ho un appartamento in condominio (“abitazione principale”), posso usufruire dell’ecobonus al 110%?2020-07-10T07:27:10+00:00

Solo se i lavori vengono realizzati su tutto l’edificio, a livello condominiale.

Ho un appartamento in condominio (seconda casa), posso usufruire dell’ecobonus 110%?2020-07-10T07:28:59+00:00

Sì, se la seconda casa corrisponde ad un appartamento in condominio allora può rientrare nell’Ecobonus al 110% (ovviamente a patto che il condominio nel suo complesso esegua interventi previsti dal decreto).

Le villette a schiera rientrano nell’Ecobonus 110%?2020-07-10T07:30:12+00:00

, le villette a schiera possono rientrare nell’Ecobonus 100%, ma come condominio, per cui valgono le regole previste per i condomini e non per gli edifici unifamiliari.

Nella casa in cui intendo fare i lavori non c’è la caldaia, se ne installo una nuova posso rientrare nell’Ecobonus 110%?2020-07-10T07:31:30+00:00

Requisito essenziale per poter rientrare nella casistica agevolabile e fruire delle detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti è che l’immobile su cui si realizzano gli interventi sia già dotato di un impianto di riscaldamento.

Vorrei installare l’impianto fotovoltaico, posso utilizzare l’Ecobonus al 110%? E quali sono i tetti di spesa?2020-07-10T07:33:26+00:00

, ma solo se si realizza contestualmente a isolamento termico (cappotto) e/o sostituzione caldaia.

I massimali di spesa sono:

  • Spesa massima complessiva: 48.000 €
  • Spesa massima di 2.400 € per kWp (1.600 € se nuova costruzione)

Il ricorso all’Ecobonus 110% per il fotovoltaico prevede la “… cessione in favore del GSE dell’energia non auto-consumata in sito e non è cumulabile con altri incentivi pubblici o altre fonte di agevolazione di qualsiasi natura previste dalla normativa europea, nazionale e regionale …”

Nella mia abitazione (unifamiliare) intendo sostituire la caldaia esistente con una a condensazione. Posso usufruire dell’Ecobonus al 110%?2020-07-10T07:34:30+00:00

No, per le abitazioni unifamiliari, in caso di sostituzione della caldaia esistente occorre installare uno di questi 3 sistemi:

  • pompa di calore
  • sistema ibrido caldaia a condensazione + pompa di calore (sistema che deve fornito dal produttore e non assemblato)
  • impianto geotermico
Quali sono gli interventi “secondari” che, se inseriti all’interno dell’”intervento complessivo”, possono essere agevolati con la detrazione al 110%?2020-07-10T07:37:48+00:00

L’acquisto e la posa in opera di finestre comprensive di infissi e di schermature solari sono compresi solo se l’intervento è eseguito congiuntamente a quello complessivo che consente l’ottenimento dell’Ecobonus.
I serramenti possono contribuire al raggiungimento del salto di due classi energetiche che dà diritto all’Ecobonus 110%.

Come si calcola l’incentivo?2020-07-10T07:40:53+00:00

L’incentivo si calcola sulla somma di tutte le spese effettuate per la realizzazione dell’intervento (fornitura, posa in opera, opere murarie a supporto, spese professionali, etc.).

Per le persone fisiche la detrazione si applica perciò sul totale speso (comprensivo di IVA) mentre per le aziende la quota detraibile si calcola su base imponibile.

Qual è la procedura per richiedere l’incentivo?2020-07-10T07:43:16+00:00

La domanda di incentivo deve essere presentata dal Soggetto Richiedente (colui che possiede un titolo sull’immobile e sostiene le spese per l’intervento) o da un Soggetto Delegato (la nostra proposta) entro 90 giorni dalla data di conclusione dell’intervento tramite comunicazione telematica sul portale dedicato ENEA.

Quali sono i requisiti da rispettare per i materiali nell’Ecobonus 110%?2020-07-10T07:45:56+00:00

Non è previsto nulla di specifico salvo per i materiali isolanti per il cappotto termico che devono rispettare i CAM-Criteri ambientali minimi.

A quali edifici si applica il Superbonus 110%?2020-07-10T07:48:25+00:00

Il Superbonus al 110% (Ecobonus + Sismabonus) si applica a:

  • Prime e seconde case in condominio
  • Prime case unifamiliari
  • Condominio
Quali sono i lavori compresi nell’Ecobonus 110% e quali sono le soglie di spesa massimi?2020-07-10T07:54:54+00:00

Per usufruire della detrazione al 110%, non basta svolgere interventi come sostituzione e posa di infissi, adottare schermature solari o sostituire impianti di climatizzazione con caldaie a condensazione con efficienza almeno di classe A.
Questi lavori devono essere svolti in congiunzione con quelli spiegati nella norma all’art 128, ovvero:

  • Isolamento termico: secondo la norma gli interventi devono riguardare oltre il 25% della superficie d’intonaco, con tetto di spesa massimo di 60.000 euro riferita a ogni singola unità immobiliare. Riguardo all’isolamento termico delle singole unità immobiliari condominiali, un emendamento presentato ha previsto la distinzione tra i palazzi da due a otto unità per cui il tetto è a 40.000 euro ad appartamento, mentre per strutture uni o plurifamiliari con ingresso autonomo dall’esterno la soglia è fissata a 50.000 euro per ogni unità.
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali nelle parti comuni dei condomini: l’efficienza dei nuovi impianti deve essere almeno di classe A. Tetto di spesa fissato a 30.000 euro per ogni unità immobiliare.
  • Sostituzione impianti di climatizzazione invernale con impianti a pompa di calore in abitazioni unifamiliari (non appartamenti in un condominio quindi, ma case singole). Tetto massimo fissato a 30.000 euro.
Cos’è l’Ecobonus?2020-07-10T08:05:59+00:00

L’Ecobonus è una detrazione fiscale che il Governo ha inserito per incentivare i lavori di ristrutturazione svolti con l’obiettivo di ridurre i consumi energetici delle nostre case. Le aliquote di rimborso previste (che dipendono dalla tipologia di interventi) sono il 50% e il 65%.
Il nuovo Superbonus del Dcreto Rilancio porta questa percentuale al 110% per alcuni interventi eseguiti su determinate tipologie di edificio con lo scopo di aumentarne la classe energetica di almeno due livelli.

Chi può usufruire dell’Ecobonus?2020-07-10T08:07:38+00:00

Possono usufruire dell’Ecobonus tutti i contribuenti assoggettati IRPEF.

Cos’è il Bonus Facciate?2020-07-10T08:08:12+00:00

Il Bonus Facciate è una detrazione fiscale (Irpef) del 90% per chi effettua lavori di rifacimento della parte esterna di un edificio.